Monday, March 13, 2017

Papa Francesco concelebrerà commemorazione del martirio di Oscar Romero


 
ANNO GIUBILARE per il CENTENARIO del BEATO ROMERO, 2016 — 2017
 

 
#BeatoRomero #Beatificazione

Papa Francesco concelebrerà una Messa festiva in commemorazione del martirio del Beato Oscar Romero, accompagnato da tutti i vescovi del Salvador nella Cappella della Casa Santa Marta—residenza del pontefice—su Martedì 21 marzo.

Quest’anno ricorre il centenario della nascita del martire salvadoregno beatificato nel 2015, e l’anniversario del suo martirio questo 24 marzo coincide con la visita “ad limina” dei Vescovi Salvadoregni il successore di Pietro, un’occasione che i vescovi prendono per incoraggiare la pronta canonizzazione di Romero, dopo aver riportato un miracolo per sua intercessione.  [Gli ultimi sviluppi nel processo]

Il Nunzio Apostolico in El Salvador—il rappresentante ufficiale del Papa nel Paese—Mons. Leon Kalenga, ha rivelato i dati sulla concelebrazione durante la messa in El Salvador per celebrare il quarto anniversario dell’elezione del Papa nella Cattedrale Metropolitana di San Salvador davanti la partecipazione di alti funzionari della Chiesa e del paese, tra cui il Presidente della Repubblica, Salvador Sanchez Ceren, chi ha preso l’occasione per far sapere chi ha inviato una lettera al papa chiedendo che Romero venga canonizzato nell’anno del suo centenario .

Il Santo Padre, sarà lieto di concelebrare l’Eucaristia con tutti i nostri vescovi, che lo fanno in memoria del Beato Oscar Romero”, ha detto Nunzio Kalenga. La celebrazione concelebrata dal martirio di Romero sarebbe la prima con un coinvolgimento papale, e si distingue come una commemorazione insolita per un martire non ancora canonizzato. Tuttavia, il Papa Francesco è noto per la sua tendenza a rompere schemi, per esempio quando ha offerto una messa per il sacerdote francese Jacques Hamel, assassinato nel 2016, che il Papa ha descritto come “martire” prima ancora di essere così ufficialmente riconosciuto dal Congregazione per le Cause dei Santi. D’altra parte, non è raro per il Papa concelebrare la messa mattutina nella cappella della sua residenza con i prelati visitatori—di infatti, è all’ordine del giorno farlo.

Cappella della Casa Santa Marta.
Durante l’omelia, il Nunzio ha anche detto che tutte le informazioni sui miracoli di Romero è già nelle mani di Papa Francisco. “Abbiamo lavorato duramente in questi mesi con il Tribunale Ecclesiastico per approvare i miracoli di Romero”, ha detto il nunzio. Il tribunale, organizzato dalla Chiesa salvadoregna, ha completato il suo lavoro alla fine di febbraio e ha emesso la propria relazione al Vaticano, pieno di speranza che porte frutto in tempo per la visita al Papa a marzo. Non è chiaro se mons. Kalenga voleva dire che le informazioni sul miracolo è arrivato direttamente alla persona del papa, o se si riferiva al processo normale, che viene inviato ai loro rappresentanti presso la Congregazione per le Cause dei Santi, che è responsabile per indagare e promuovere la causa.

Rimaniamo attenti agli sviluppi del processo.

Post a Comment