Sunday, January 26, 2014

Cardinale O'Malley ricorda Mons. Romero


Foto Boston Globe.

Il cardinale Sean P. O’Malley, arcivescovo di Boston e membro del consiglio consultivo di cardinali di Papa Francesco, ha reso omaggio a Mons. Oscar A. Romero di El Salvador (1917-1980) in una veglia per i martiri promosso dalla Comunità di Sant’Egidio Sabato, 25 Gennaio 2014. Secondo il Boston Globe, “O’Malley ha parlato ai affollato nei banchi” della Basilica di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso nella sezione Mission Hill di Boston “circa i secoli di persecuzione dei cristiani e l’importanza di questa storia come un elemento unificante fra le denominazioni”, e disse loro, che il martire che era stato più vicino è Mons. Romero.
Non dimenticherò mai il giorno del suo funerale”,  O’Malley ha detto alla congregazione. Durante il servizio hanno partecipato circa 250.000 persone in lutto, decine sono stati uccisi mentre spari hanno suonato e bombe fumogene esplose. Dopo “tutto che si poteva vedere nella piazza erano le scarpe e sandali tirato fuori nel panico”, ha detto O’Malley.
Nel suo blog, il cardinale O’Malley racconta che ha trascorso un mese in Messico durante la riunione nel 1979 a Puebla della Conferenza Episcopale latino-americana, “e lì ho potuto conoscere bene Mons. Romero. Poi negli anni presso il Centro Catolico ho avuto molti contatti con lui”. O’Malley afferma che è andato a San Salvador per celebrare la Messa presso l’altare della cappella dell’ospedale per cancerose in cui fu assassinato Romero, “ed è sempre molto commovente per me”.  Nel suo blog, O’Malley parla favorevolmente della causa di canonizzazione di Mons. Romero: “Papa Giovanni Paolo II ha introdotto la sua causa e ho capito che Papa Francesco è molto interessato a spingere la causa. Questa sarebbe una grande cosa per il popolo di El Salvador, che hanno una grande devozione per lui. La sua tomba nella cattedrale è sempre stato venerato dal popolo di El Salvador”.
Il servizio di sabato nella festa della Conversione di San Paolo ha avuto luogo durante la settimana mondiale di preghiera per l’ unità dei cristiani osservata intorno di questa festa, e vi hanno partecipato i membri di decine di varie denominazioni, tra cui cattolici, ortodossi, protestanti, e le storiche chiese nere. Il servizio inoltre concentrato sulla violenza contro i cristiani subito da immigrati provenienti da Iraq, India, Congo, Colombia e che hanno partecipato al servizio.
Papa Francesco ha indicato che ammira “L’ecumenismo dei martiri” e ha frequentato servizi ecumenici analoghi nei quali Romero ha stato onorato mentre era Arcivescovo di Buenos Aires.
Post a Comment