Wednesday, January 01, 2014

Prospettive di beatificazione per Oscar Romero nel 2014


 
Un amico del blog mi ha inviato una nota chiedendo semplicemente, “Sarà 2014 l’anno?” Le probabilità che Mons. Oscar A. Romero di El Salvador sarà beatificato sono maggiori nel 2014 di quanto lo siano stati in quasi un decennio, quindi se io era un uomo di scommesse, vorrei rispondere “Sì”.  Ma abbiamo avuto falsi allarmi ed è un anno complicato duranto un periodo di cambiamento per la Chiesa, così diamo un’occhiata ad alcune considerazioni.
Prima di tutto, da un punto di vista di nuovi santi, l’ intero anno è già dominato dalla due grande canonizzazione nel mese di aprile, quando i Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II saranno canonizzati insieme Domenica della Divina Misericordia, la Domenica dopo Domenica di Pasqua, il 27 aprile, a Roma. Essi saranno tra solo tre papi dei tempi moderni di essere canonizzati, e folle enormi dovrebbero convergere a Roma per l’occasione: la cerimonia sarà presieduta dal über - popolare Papa Francesco, con una remota possibilità che Papa emerito Benedetto XVI possono partecipare. La mente vacilla al enormità di tale evento.
In secondo luogo, l’uomo incaricato di spingere la causa di Mons. Romero, l’arcivescovo Vincenzo Paglia, avrà un anno molto impegnativo pure. Mons. Paglia è il presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, un dicastero vaticano livello di gabinetto, per dirla in termini di governance civili. Oltre alla gestione quotidiana di questo dicastero della Chiesa mondiale, Paglia sta coordinando all’udienza di San Valentino con Papa Francesco e fidanzati, per far luce sulle famiglie e matrimoni tradizionali. Più arduo ancora, ci sarà un Sinodo dei Vescovi a Roma nel mese di ottobre, che si concentrerà sulla famiglia e, come tale, Paglia dovrebbe avere molte responsabilità in relazione a tale conferenza. Queste potrebbero includere lo sviluppo di suoi testi e ordini del giorno, così come il tentativo di mediare il consenso per particolari risultati che lui e Papa Francesco possano desiderare del Sinodo (compresa l’integrazione di input da un sondaggio a livello mondiale inviato prima della riunione per affrontare questioni come sacramenti per i divorziati ecc.).
In terzo luogo, il stesso Papa Francesco avrà un anno molto impegnativo. In aggiunta ai suoi sforzi in corso per riformare la Chiesa e, in generale, di essere Papa (Udienze generali e recitazioni Angelus settimanali, messa quotidiana e festivi, udienze private con i leader della chiesa e politici, nomina di vescovi, pubblicazione di encicliche, ecc), Francesco avrà la creazione di nuovi Cardinali nel mese di febbraio e fare un viaggio in Terra Santa a maggio.
In quarto luogo, El Salvador ha elezioni presidenziali quest’anno. Perché la Chiesa ha ripetutamente espresso preoccupazione di impigliare la beatificazione di Romero con considerazioni politiche, mi sembra che la Chiesa vorrà evitare questi elezioni. Che ci mette a marzo 9, quando un secondo ballottaggio (che si prevede) avrebbe determinato il risultato finale.
Quinto, infine, anche non intendo proiettare qualsiasi “linea nella sabbia”, propongo 20 aprile (Domenica di Pasqua) come un barometro utile. Questo è un anno da Papa Francesco ordinato nel 2013 che la causa Romero dovrebbe essere “sbloccata” e una settimana prima delle grandi canonizzazioni. Sembra un indicatore giusto e naturale per gli osservatori vaticani per misurare i progressi nella beatificazione di Mons. Romero.
Possiamo ricavare una vaga idea di come questi fattori si confrontano, da un discorso il Lunedi, 13 gennaio dal Cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi. La CCS è l’autorità principale della Chiesa per riconoscere nuovi santi e. Il Card. Amato dà il discorso di apertura ad un seminario annuale di formazione CCS, durante la quale a volte definisce le priorità e le tematiche dei CCS per l’anno. Il discorso non è un Discorso di Stato, né di andare nel dettaglio delle cause particolari. Tuttavia, si può identificare problemi o questioni di interesse per la Chiesa in beatificazioni. Ma sulla base di quello che sappiamo oggi, vorrei guardare marzo-aprile come il lasso di tempo per la prossima fase dell’azione.
2014 potrebbe essere l’anno.

Sintesi degli anni precedenti:

Prospettive di beatificazione 2013 (spagnolo)
Prospettive di beatificazione 2012 (spagnolo)
Prospettive di beatificazione 2011 (inglese)
Prospettive di beatificazione 2008 (spagnolo)
Prospettive di beatificazione 2007 (inglese)
Prospettive di beatificazione 2006 (inglese)
Post a Comment