Tuesday, February 09, 2016

Mosse dei Vescovi in El Salvador


 
BEATIFICAZIONE DI MONSIGNOR ROMERO, 23 MAGGIO 2015
 

 






Per la seconda volta quest'anno, Papa Francesco ha modificato la composizione dei vescovi salvadoregni, sostituendo il Vescovo di Santa Ana, una delle sette Diocesi territoriale della provincia ecclesiastica di El Salvador. Il Santo Padre ha trasferito l’attuale Vescovo di San Miguel, monsignor Miguel Angel Moran Aquino in quel luogo, prendendo il posto di Mons. Romeo Tovar Astorga, che ha raggiunto il limite di età di 75 anni.

L’appuntamento ha il sapore di una mossa in una partita a scacchi perché lascia movimenti futuri in sospensione. In primo luogo, il trasferimento di Mons. Moran di San Miguel a Santa Ana, lascia un vuoto nella diocesi di San Miguel, che il Santo Padre dovrà riempire in tempo utile. È l’unica sede vacante nella provincia ecclesiastica salvadoregna. È anche probabile che il Santo Padre nominerà un rilievo per Mons. Luis Morao Andreazza, Vescovo di Chalatenango, che ha superato anche il limite di età (76 anni già). Se il Santo Padre riempie queste posizioni con trasferimenti futuri, può creare nuovi posti aperti.


Mons. Moran Aquino, di 60 anni, è nato nella diocesi di Santa Ana ed è stato parroco della sua cattedrale; è stato vescovo per 15 anni. D’altra parte, come capo di San Miguel, doveva conoscere la figura di Mons. Romero, perche il primo Beato salvadoregno è nato a San Miguel, e Mons. Moran ha stato un avvocato per la sua causa di beatificazione. Tra i suoi altri incarichi, è stato prefetto degli studi nel seminario maggiore di San Jose de la Montana, ed è attualmente delegato della Conferenza Episcopale al CELAM e responsabile per l’istituzione di prevenzione sociale del clero.

Con il ritiro di Astorga, ora vescovo emerito di Santa Ana, esce l’ultimo prelato conservatore della conferenza episcopale salvadoregna, che si unisce al blocco dei prelati conservatori in pensione, tra cui Mons. Fernando Sáenz Lacalle, Arcivescovo emerito di San Salvador, e Mons. José Oscar Barahona Castillo, vescovo emerito di San Vicente. Al contrario, la composizione dei vescovi attivi consiste principalmente di prelati moderati o progressisti, tra cui il recentemente nominato nuovo vescovo di Santiago de Maria, William Iraheta Ernesto Rivera, che sarà installato il 12 marzo.

Post a Comment