Thursday, November 24, 2016

Nuova luce verde per Monsignor Romero



ANNO GIUBILARE per il CENTENARIO del BEATO ROMERO, 2016 — 2017

#BeatoRomero #Beatificazione
I seguaci del Beato Oscar A. Romero in El Salvador stanno sorridendo. Super Martirio non pubblicherà informazioni riservate sul processo di canonizzazione del martire salvadoregno in modo da non metterlo in pericolo, ma l’attesa è diventato abbastanza evidente.
Aggiornamento: Nei commenti alla stampa su Domenica 27 novembre, Mons. Rafael Urrutia ha confermato le prospettive per Romero. “Abbiamo inviato un quarto miracolo che, secondo noi, ci può dare un contributo prezioso per la causa di monsignor Romero e siamo in attesa di essere accettata. Abbiamo molto speranza che sarà”, ha detto. Ha anche riferito che la Chiesa sta preparando un tribunale ecclesiastico “in modo che quando ci informano, siamo in grado di istruire il processo del miracolo di Romero e presentarlo alla Santa Congregazione delle Cause dei Santi”. Urrutia spera almeno “avere almeno una buona notizia circa la sua canonizzazione” il prossimo anno, “in modo che un giorno forse, possiamo avere una grande festa per Rutilio [Grande] e Romero insieme”.
Per ricapitolare un po ‘di storia, alla fine di ottobre, Mons. Rafael Urrutia, vice-postulatore della causa, ha rivelato l’esistenza di un miracolo attribuito a Romero in fase di studio a Roma. La sua favorevole accoglienza si può dedurre da un suggestivo tweet pubblicato da Urrutia il 18 novembre, sotto l’immagine di Romero: “La sua buona notizia rallegra sia il presente come il futuro della nostra Chiesa”. Alcuni giorni dopo, il Nunzio Apostolico, Mons. Leon Kalenga, ha detto durante una Messa concelebrata con l’episcopato salvadoregno, “Preghiamo Dio che potremmo presto invocare il profeta di El Salvador, il nostro Beato, come San Oscar Romero”.
Le note incoraggianti sono venuti da tutte le parti. Il Consiglio Episcopale Latinoamericano (CELAM) ha annunciato che terrà la sua Assemblea Generale XXXVI l’anno prossimo a San Salvador per onorare il centenario della nascita e il secondo anniversario della beatificazione di Romero. Ultimamente, questo 23 novembre l’arcivescovo di San Salvador, Mons. José Luis Escobar Alas, è stato eletto presidente del Segretariato Episcopale dell’America Centrale (SEDAC), e il suo Vescovo Ausiliare, Mons. Gregorio Rosa Chávez, vice presidente. Il vaticanista Austen Ivereigh, autore di una importante biografia di Papa Francesco, pensa che il Pontefice potrebbe accettare le chiamate di visitare il paese centroamericano nel 2017.
È difficile immaginare che Papa Francesco possa resistere a questo invito ed alla possibilità di canonizzare personalmente Romero in situ”, scrive Ivereigh. Di conseguenza, utilizzando il sistema di classificazione dei colori rosso-giallo-verde utilizzato qui negli anni precedenti, si può dire che la causa di canonizzazione ora merita un avviso di VERDE. In questo sistema, “verde” indica movimento fluido (e “rosso” indica la stagnazione, mentre che “giallo” indica progresso lento).
Il sogno della Chiesa salvadoregna di avere il salvadoregno più universale canonizzato per il centenario della sua nascita sembra ora a portata di mano.

Post a Comment