Friday, November 18, 2016

Salvador: finisce Misericordia, prosegue Romero



ANNO GIUBILARE per il CENTENARIO del BEATO ROMERO, 2016 — 2017

In El Salvador, finisce il Giubileo della Misericordia, decretato da Papa Francesco per la Chiesa universale, ma rimane il Giubileo per il Centenario del Beato Oscar A. Romero, inaugurato dall’Arcidiocesi di San Salvador da agosto di quest’anno fino ad agosto del prossimo anno. L’Anno Santo della Misericordia si conclude in molte diocesi in tutto il mondo questa Domenica, in cui la Chiesa celebra la solennità di Cristo Re, il fine dell’anno liturgico, ma in El Salvador la chiusura sarà il Lunedi 21, festa della Madonna Regina della Pace, co-patrona della nazione.
La festa ha anche un significato per Romero, perché la Vergine è venerata a San Miguel, luogo di nascita del vescovo martire, e la cura della sua immagine era in la sua carica quando era un giovane prete. Romero è stato devoto alla Madonna della Pace per tutta la vita (foto), e ricordò la sua festa, il 21 di ogni mese e quindi ha scelto il 21 giugno per la sua ordinazione episcopale. L’immagine della Vergine ha stato nell’altare della beatificazione di Romero maggio 2015. Tutti i vescovi del paese saranno presenti e il Nunzio Apostolico, Mons. Leon Kalenga, presiederà alla Messa di chiusura dell’Anno Giubilare della Misericordia nella Cattedrale di San Miguel il Lunedi 21.
Però, l’Anno giubilare del Beato Romero continuerà in corso, e i fedeli potranno guadagnare indulgenze visitando la sua tomba presso la Cattedrale Metropolitana, la Cappella del Ospedalino della Divina Provvidenza (luogo del suo martirio) e la sua città natale Ciudad Barrios, pregando le intenzioni del Papa Francesco e per la pace nel paese fino ad agosto del prossimo anno. [Cfr:. Decreto dell’Anno Giubilare]. L’Arcivescovo di San Salvador, Mons Jose Luis Escobar Alas, ha detto Super Martyrio le attività dell’arcidiocesi per il resto del Centenario, includendo la recita della Coroncina del Beato Romero ogni Domenica nella Cripta della Cattedrale Metropolitana, “questa preghiera è molto importante per noi”.
Il successore del Beato ha aggiunto: “Siamo anche meditando in gruppi in ogni parrocchia il bellissimo materiale che la nostra Conferenza episcopale ha elaborato per ciascuno dei tre anni di preparazione al Grande Giubileo del centenario di monsignor Romero. Oltre a questo stiamo facendo il pellegrinaggio delle reliquie di monsignor Romero per tutte le parrocchie del Paese; Passeranno attraverso le diverse diocesi, finendo nella nostra arcidiocesi, proprio in agosto 2017 nel suo centenario. In ogni parrocchia ci sono diverse attività con il passaggio delle reliquie di monsignor Romero: sono fatti preghiere, riflessioni, canti e processioni. Anche durante l’anno giubilare avverrà come abbiamo detto la riunione del CELAM, e SEDAC nel nostro paese in onore di monsignor Romero ed anche altre attività in programma, alcuni presso la parrocchia, altri a livello di vicariato, a livello di diocesi ed a livello nazionale”.
Le reliquie del beato Romero concluderanno il loro pellegrinaggio in tutto il paese, secondo il seguente calendario:
Novembre-Dicembre 2016                 Diocesi di Chalatenango
Gennaio-Febbraio 2017                      Diocesi di Santiago de Maria
Marzo-Aprile 2017                              Diocesi di Sonsonate
Maggio 2017                                       Ordinariato Militare di El Salvador
Giugno 2017 in poi                              Arcidiocesi di San Salvador

D’altra parte, i preparativi per l’incontro del CELAM per commemorare il centenario rimangono sulla buona strada. Un nota stampa dal vaticanista Austen Ivereigh, autore di una importante biografia di Papa Francesco, ancora una volta alza la speranza di una visita del Papa alla terra di Romero nel corso del prossimo anno. Ivereigh si riferisce al ventesimo anniversario della influente lettera «Ecclesia in America» ​​(1997) di Giovanni Paolo II, durante lo stesso period.
Il tempo e il luogo” per commemorarla scritto Ivereigh, “sarebbe maggio 2017 in El Salvador, quando la Chiesa in America Latina ha due dei suoi anniversari: il decimo anniversario della Conferenza Generale del CELAM ad Aparecida, in Brasile, quale documento finale è per molti versi il vademecum di questo pontificato, ed il centenario della nascita del Beato Oscar Romero, martire salvadoregno. È difficile immaginare che Papa Francesco possa resistere a questo invito ed alla possibilità di canonizzare personalmente Romero in situ, e se i vescovi degli Stati Uniti e del Canada siano anche presenti per celebrare l’anniversario del grande sinodo inter-americano, sarà un potente e continentale tempo profetico cattolico per costruire ponti per contrastare gli nuovi muri”.
Post a Comment