Tuesday, May 28, 2013

“BEATO RUTILIO GRANDE”?


Quando Papa Francesco ha ricevuto il presidente Funes di El Salvador, ha detto che dopo monsignor Romero potrebbero esserci altre canonizzazioni, e ha citato esplicitamente  il gesuita Rutilio Grande, un amico personale di Romero ucciso nel 1977.  L’omicidio colpì profondamente Romero, che dal suo esempio trasse poi ispirazione.

Ma chi era Rutilio Grande?  Un nuovo libro di Thomas Kelly della Creighton University cerca di rispondere a questa domanda.  When the Gospel Grows Feet: Rutilio Grande and the Church of El Salvador; An Ecclesiology in Context, Liturgical Press 2013 (Quando il Vangelo cresce Piedi: Rutilio Grande e la Chiesa di El Salvador; un'ecclesiologia in Contesto) esplora l'idea di "chiesa" promossa dal p. Grande a El Salvador.  Il gesuita Jon Sobrino dice che “Questo libro è una lettura obbligata per tutti coloro che vogliono capire come la Chiesa è entrata nella vita della sua gente in El Salvador dopo il Concilio Vaticano II e Medellin attraverso il ministero di Rutilio Grande”. 

Kelly è interessato a come reagisce la Chiesa cattolica o non riesce a rispondere ai problemi contemporanei di pace e di giustizia.  La teologia cattolica cammina per le strade polverose della storia”, dice p. Kevin F. Burke della Santa Clara University.  Nella sua forma più elementare, la teologia cattolica è biografia”.  In questo senso, Sobrino conclude, “Quando si inizia con Rutilio, la sua vita, il suo ministero e la sua morte—allora si può capire il periodo di sofferenza sopportato dalla chiesa profetica di El Salvador”.

Maggiori informazioni [qui].
Post a Comment