Monday, October 12, 2015

Tre miracoli per Romero


 
BEATIFICAZIONE DI MONSIGNOR ROMERO, 23 MAGGIO 2015
 

 


La Chiesa salvadoregna riferisce che tre casi di miracoli concessi per l’intercessione del Beato Mons. Oscar A. Romero, assassinato nel 1980 e beatificato in San Salvador lo scorso 23 maggio, sono stati documentati e le prove inviato al Vaticano. La notizia è stata divulgata dal corrente Arcivescovo di San Salvador, Mons. José Luis Escobar Alas in una conferenza stampa dopo la Messa Domenicale, in cui ha detto che chiederà al Papa Francesco accelerare la canonizzazione di Romero nel corso di una riunione prevista per fine questo mese. “Chiederemo al Papa la pronta canonizzazione di Mons. Romero”, ha detto Mons. Escobar.
La Chiesa salvadoregna aveva già annunciato che il Papa riceverà una delegazione salvadoregna in Vaticano il 30 ottobre. In totale, la commissione formata da tutti i vescovi, diversi sacerdoti e funzionari pubblici laici sono 500 persone, tra cui il ministro degli Esteri, Hugo Martinez, e il Ministro di Governo e delle comunicazioni Hato Hasbún.
Escobar ha detto che “ciò che è necessario per canonizzare” monsignor Romero “è dimostrare un miracolo da lui”, e in questo senso ha spiegato che la documentazione di tre casi di “miracoli” concessi dal Beato sono stati recentemente inviato per studio in Vaticano. “Ci sono stati tre miracoli di recente, queste sono già state inviate al Vaticano, ci aspettiamo la risposta tecnica, e la decisione finale dipenderà di essa”, ha spiegato il capo della Chiesa cattolica.  L’arcivescovo ha detto che ci sono tre guarigioni, che secondo la Chiesa salvadoregna sono miracoli, però, il Vaticano deve fare gli studi e assegnare esperti per accertare i fatti. “Quando una persona è canonizzata, un miracolo deve essere provato ed è un miracolo grande, non solo una piccola grazia, ma una significativa ed evidente”, ha detto.
Escobar ha detto che non ha alcuna risposta del Vaticano sulla canonizzazione di Romero, ma ha detto che il processo è completato e ciò che rimane in attesa è certificare un miracolo per la Congregazione dei Santi. “Non sappiamo nulla, ma chiederemo” la pronta canonizzazione di Romero e anche la pronta beatificazione del padre Rutilio Grande, un amico di Romero assassinato nel 1977, ammirato da Romero e dal Papa Francesco, disse l’arcivescovo.  L’arcivescovo ha confermato che i vescovi salvadoregni chiederanno il Papa a visitare El Salvador per beatificare Grande e canonizzare Romero quando visita il Messico il prossimo anno.
Nel frattempo, le autorità di San Miguel, la terra di Romero, ha annunciato che il famoso carnevale celebrato ogni anno nella città, sarà in onore della Beata Romero e Nostra Signora della Pace, patrona di San Miguel e co-patrono di El Salvador, quest’anno. “Per la recente beatificazione dal figlio di San Miguel più internazionale, Monsignor Romero, sarà anche un omaggio a monsignor Romero e, naturalmente, tutte le attività mireranno a onorare sia la Virgen de la Paz, come monsignor Romero”, ha detto il sindaco.
Se i miracoli attribuiti al vescovo martire salvadoregno sono approvati, sarebbe una manifestazione di approvazione divina dato a tempo di record, perché nemmeno sei mesi sono trapelate dalla beatificazione di Romero.

Post a Comment