Wednesday, December 24, 2014

2014, l’anno di Oscar Romero











English | español

2014 è stato un anno di svolta per Mons. Oscar A. Romero e la sua causa santità. Dopo diversi anni parcheggiato su una spalla della strada della canonizzazione, la causa di Romero è finalmente nella pista veloce e, quest’anno, i funzionari hanno cercato di recuperare il tempo perduto. I risultati felici non possono essere conosciuti fino al prossimo anno, ma, per non sbagliare, il lavoro pesante è stato fatto nel 2014.
1. “Positio Super martyrio” Inviata alla Congregazione per le Cause dei Santi

La storia più grande di quest’anno è accaduto fuori dalla vista del pubblico, ma il suo significato per la causa di beatificazione di Romero non può essere sottovalutata. E ‘stata certamente la cosa più importante mai riportato su questo blog. Verso la fine dell’anno, l’arcivescovo Vincenzo Paglia, il postulatore della causa santità Romero, ha formalmente presentato la “Positio Super martyrio”, uno studio lunghezza di libro della vita di Romero sulla base della documentazione della fase diocesana e altre fonti, che contiene tutte le informazioni su cui verrà effettuata la decisione finale. Questo è veramente il punto in cui possiamo effettivamente dire “caso chiuso”; più nulla da aggiungere o togliere. Decisione attesa.   [Di più.]
2. Papa Francesco parla sulla Causa

Papa Francesco si crede di essere un enorme sostenitore della canonizzazione, spingendo il processo, dietro le quinte. Anche se è considerato un Pontefice loquaci, il Santo Padre è stato assiduamente zitto su Romero—fino ad agosto, quando, tornando dalla Corea, è stato chiesto direttamente sulla causa. “Per me, Romero è un uomo di Dio”, ha detto il Papa, mettendo la parola fine sulle vecchie accuse che Romero era un attivista. Dopo che il Papa ha fatto capire che i postulatori dovrebbero muoversi rapidamente, i documenti finali che avanzano la causa sono state presentate in un paio di mesi (vedi al punto #1).   [Di più.]
3. Chiesa salvadoregna prende il comando

Quando i riconoscimenti per la positiva conclusione del processo di beatificazione di monsignor Romero sono distribuiti, una gran parte del merito apparterrà alla Chiesa salvadoregna. Nel mese di agosto, la Chiesa ha inaugurato un “triennio Romero”, il conto alla rovescia dei 3 anni, fino al 100 ° anniversario della nascita di Romero e ha fatto pubblico il suo l’obiettivo di avere Romero canonizzato da allora. La chiesa anche inviato una delegazione di alto rango dei vescovi per chiedere Papa Francesco per la sua approvazione. Pensare che ci fu un tempo in cui un solo uomo nella conferenza episcopale era ben disposto a Romero!   [Di più.]
4. Il governo salvadoregno fa la sua parte

Per anni, l’ostacolo alla beatificazione di Romero era la percezione nella Chiesa che Romero era stato espropriato dalla sinistra. Profondamente consapevoli di questa preoccupazione, il partito di sinistra al governo di El Salvador ha camminato una linea sottile sotto il presidente Salvador Sánchez Cerén, un ex guerrigliero, che fornisce solido supporto per il processo di beatificazione, ma evitando dichiarazioni provocatorie o gongolante. Da parte sua, l’opposizione è stato anche in gran parte cooperative, offrendo supporto in sordina per la causa (ma vedi punto # 9).   [Di più.]
5. Aeroporto di San Salvador nominato per Romero

Una riflessione del tipo di anno Romero ha avuto nel 2014 è che ci collochiamo la denominazione dell’aeroporto internazionale del suo paese nel suo nome come il nostra storia # 5.  Un paio di anni fa, non solo sarebbe stata questa la storia top, ma molte delle altre storie nella nostra top ten sarebbe il racconto di supporto. Oltre all’aeroporto, la salone d’onore del palazzo presidenziale è stato chiamato per Romero. Aggiungere la strada accanto alla cattedrale e una nuova arteria di traffico moderna chiamata anche per Romero ed è chiaro che questo martire ha lasciato un segno gigantesco sul suo diminutivo paese.   [Di più.]
6. Le false partenze

L’attesa per quanto riguarda la beatificazione prevista di Mons. Romero era così alto che nel 2014, non una ma due volte, un falso annuncio è stato prematuramente circolato nella stampa internazionale. La prima volta, speculazione febbrile sono stati svegliati quando il Vescovo ausiliare di San Salvador ha commentato che l’Arcivescovo aveva notizie più importanti da segnalare. Questo annuncio si è rivelato semplicemente un riassunto di un incontro con il Papa su Romero (vedi punto 3 #)— sicuramente grande notizie, ma non l’annuncio importante che molti avevano previsto. Più di recente, un famoso teologo della liberazione è stato responsabile di un altro tiro mancato. Speriamo che la terza volta è quella buona!  [Di più.]
7. Causa Canonizzazione di P. Rutilio Grande

Non c’è dubbio che l’avvio del processo di beatificazione di p. Rutilio Grande, il cui assassinio nel 1977 ha messo Mons. Romero in rotta di collisione con il governo salvadoregno, sarebbe immensamente soddisfacente per Romero. Ma la causa di Grande è importante anche per eventuali canonizzazione di Romero, perché p. Grande era un gesuita lungo le linee di Papa Francesco—più su pietà popolare ed essere incorporato nella periferia e non di fare manifesti ideologici del mondo accademico. Non sorprende, Francesco sembra avere molta familiarità con Il caso di p Grande.  [Di più.]
8. Riavvicinamento con la Liberazione

Anche se non rigorosamente limitata al 2014, una storia che viene in sviluppo per gli ultimi due anni è il senso che viene una riconciliazione per il rapporto a volte teso e irritabile tra il Vaticano e la corrente di Teologia della Liberazione in America Latina. Nel mese di febbraio, il “Padre della Teologia della Liberazione,” P. Gustavo Gutiérrez ha ricevuto un caloroso benvenuto in Vaticano, e Leonardo Boff, un’altra figura di spicco del movimento, è stato presumibilmente contattato da Papa Francesco. Anche se non coinvolgendo direttamente Romero, queste storie segnalano un clima più amichevole rispetto al ruolo della Chiesa in America Latina.  [Di più.]
9. In Salvador, una strada chiamata d’Aubuisson

L’intoppo sul sostegno ufficiale di El Salvador per la causa di beatificazione è venuto verso la fine dell’anno, quando il sindaco di San Salvador, ancora riprendendo da un tentativo fallito di catturare la presidenza del paese, ha annunciato rinominare una strada principale a San Salvador, dopo Roberto d’Aubuisson, l’uomo che ha ordinato l’assassinio di Mons. Romero. Questa è una storia in corso, ed è difficile dire dove andrà. Le possibilità includono: (1) il supporto per Romero sconfigge il movimento; (2) il piano di destra si sposta in avanti, diventa spina nel fianco della beatificazione e possibile visita del Papa; (3) la vicenda innesca dialogo e progressi verso la riconciliazione. Si può solo sperare!  [Di più.]
10. Statua Romero a Roma

La Fondazione Romero sta finanziando la costruzione di una statua Romero in “Giardino El Salvador” nel quartiere EUR di Roma. Il monumento potrebbe aiutare guadagnare Romero un posto di rilievo tra i santi moderni se la sua statua vicino al centro di “quartier generale” della Chiesa attrae un seguito tra romani e visitatori della Città Eterna. Romero ha già statue in diverse città, tra cui Londra (a Westminster Abbey, non meno), Los Angeles e, naturalmente, San Salvador.  [Di più.]

~~~

Nel frattempo, questo blog ha completato il suo ottavo anno coprendo la causa di beatificazione del quarto Arcivescovo di San Salvador. La quarta riflessioni annuali «Septem Sermones ad pauperem» (“Sette Prediche ai poveri”), è stato anche una meditazione sul ‘Messaggio per la Quaresima di Papa Francesco. Posti di primo piano incluso uno sguardo indietro a anni di Romero a Roma, una ruminazione sullo stile liturgico di Romero, la copertura delle commemorazioni annuali del suo martirio, un apprezzamento del film “Romero” nel 25 ° anniversario della sua uscita, e continua attenzione agli sviluppi nella causa di beatificazione di Mons. Romero.

Buon Natale, e forse tutti noi abbiamo un “beato” nuovo anno.

Rapporti Anno precedenti:

Top 10 del 2013

Top 10 del 2012 (inglese)

Top 10 del 2011 (inglese)

Top 10 del 2010 (inglese)

Top 10 del 2008 (inglese)

Top 10 del 2007 (inglese)

Roundup 2006 (spagnolo)
Post a Comment