Friday, February 20, 2015

Aggiornamento beatificazione Romero #6



Mentre ci avviciniamo alla fine del mese in cui Mons. Oscar A. Romero è stato riconosciuto come un martire e, quindi, rimane pronto per essere beatificato, nessuna data è stata ancora annunciata per la sua beatificazione. Il ritardo non è visto come tutt’altro che dilazione logistica e l’annuncio dovrebbe entrare presto. (Infatti, il Vaticano ha già annunciato questa settimana le date per la beatificazione di ecclesiastici peruviani cui martirio è stato approvato lo stesso giorno che è stato approvato il martirio di Romero.)
Col passare del tempo, sembra meno probabile che la data di beatificazione Romero coinciderà con il 35 ° anniversario del martirio di Romero (24 marzo—ora, troppo presto), o il compleanno di Romero (15 agosto—troppo lontano e, peggio ancora, al centro della Vacanze ad Agosto di Roma). Se le autorità stanno cercando un’altra data con una certa importanza, si potrebbe prendere in considerazione quello che sembra rientrare nella “zona ottimale” e ha un significato che proprio Mons. Romero avrebbe approvato. Domenica 21 giugno, data del solstizio d’estate, sarà anche il 45 ° anniversario della ordinazione episcopale di Romero nel 1970. L’elevazione di Romero all’episcopato è stata organizzata dal suo amico P. Rutilio Grande, che è stato ucciso poco dopo Romero stato nominato arcivescovo nel 1977, e la cui causa di beatificazione è stato aperto di recente (foto).
Romero scelto 21 giugno per la cerimonia in cui è stato ordinato vescovo per la sua devozione alla Vergine Regina della Pace, patrona del suo nativo San Miguel, la cui festa è il 21 novembre, che Romero ricordato ogni mese dell’anno. Cinque anni dopo, la data sarebbe di rilievo ancora una volta nella vita di Romero, quando, il 21 giugno del 1975, l’esercito salvadoregno ha commesso un massacro di contadini in un piccolo villaggio chiamato “Las Tres Calles” (Le tre strade), nella diocesi rurale di Santiago de María guidata da Romero. L’incidente ha innescato un risveglio in Romero alla brutale realtà della vita contadina in El Salvador, che fiorì più pienamente quando era arcivescovo. Il 21 giugno è stato anche la data dell’ultima udienza di Romero con il beato Papa Paolo VI, il quale ha ricordato con affetto in una lettera pastorale. Paolo, ha scritto Romero, “ha confermato il nostro servizio episcopale, quando, in quell’indimenticabile 21 giugno ha parlato a noi con la tenerezza di un padre che era già consapevole della vicinanza della morte” (il Papa scomparso il seguente 6 Agosto) .
Super Martyrio continuerà a monitorare gli sviluppi e fornire un aggiornamento ogni Venerdì per quanto riguarda i piani per la beatificazione, nonché per commemorazioni per l'anniversario di Romero a marzo e il suo compleanno nel mese di agosto. E quando non ci sono notizie di segnalare (come di questa settimana), offriamo la consolazione di riflessioni varie per passare il tempo mentre attendiamo sviluppi reali!
Leggi aggiornamento della scorsa settimana qui.
Post a Comment