Tuesday, August 20, 2013

AGGIORNAMENTI SULLA BEATIFICAZIONE


Messa in Ciudad Barrios, El Salvador, per il 96 ° compleanno di Mons. Romero. Foto per gentile concessione della pagina FB della Fondazione Romero.
Quando Papa Francesco ha ricevuto il Presidente di El Salvador in udienza, il Papa ha esortato i devoti a Mons. Oscar Romero ad avere fiducia nel processo della Chiesa per le canonizzazioni.  Il Papa ha detto che il popolo salvadoregno deve avere fede che la canonizzazione di Romero sta procedendo ad una velocità adeguata”, disse Presidente Funes dopo l’udienza.  Questo è molto importante perché la santità è una questione religiosa, spirituale, che deve essere intesa da un senso di fede.  Tuttavia, la Chiesa opera attraverso strumenti umani, e questi possono produrre alcuni minori inconvenienti.
  • Il Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, il Cardinale Angelo Amato, ha confermato che la causa Romero non segue la velocità delle due cause più prominenti, dei Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II.  Riguardo alle cause di beatificazione di papa Paolo VI e di monsignor Romero, il prefetto ha riferito che stanno proseguendo “con i loro tempi” che “non dipendono” dalla Congregazione delle cause dei santi, ma da quelli dettati dalle istanze della “postulatura” necessarie per promuovere una causa di beatificazione.  (Il postulatore della causa Romero è l’arcivescovo Vincenzo Paglia.)  Amato ha aggiunto che i processi per i due chierici sono “ancora bene”.
  • Nel frattempo, in El Salvador, i fedeli hanno festeggiato quello che sarebbe stato il 96° compleanno di Mons. Romero, in Ciudad Barrios, il luogo dove Romero è nato, e in la Cattedrale di San Salvador, dove Romero è sepolto.  A San Salvador, c’era una certa tensione minore tra la Fondazione Romero, e la Comunità della Cripta della Cattedrale, un gruppo parrocchiale che celebra la messa accanto alla tomba di Romero ogni Domenica, per il diritto di commemorare il compleanno nella Cripta. L’equivoco è stato risolto in via amichevole, ma la Comunità della Cripta ha visto necessario emettere un comunicato che spiega la sua posizione in la materia.
  • Finalmente, alcuni ricordano che Papa Francesco aveva commentato che il ucciso gesuita salvadoregno Rutilio Grande poteva essere la prossima beatificazione dopo di Romero. In la parrocchia antica del padre Grande, ha stato alcune tensione per certi decisioni del parroco attuale, di rimuovere un mosaico del padre Grande e di mettere banchi sopra la tomba di Grande, che i fedeli vedono come mancanza di rispetto per il padre Grande.  Tuttavia, le mosse possono essere per dare attuazione ai decreti «non cultus» nel processo di Padre Grande.  Ci fu grande indignazione quando la tomba di Romero è stato spostato dal piano principale della Cattedrale alla Cripta per gli stessi motivi (alcuni erroneamente vedono questo come un modo per sminuire la sua memoria).

Analisi
 
Le notizie che arrivano da Roma circa la beatificazione di mons. Romero stato assolutamente positive per mesi. Ora, il Prefetto della CCS ha confermato che Romero è tra i primi cinque postulanti alla santitàe circondato da papi che sono in procinto di diventare santi. L’unico ostacolo è che il postulatore non può essere in grado di tenere il passo con il nuovo ritmo veloce. Questo è un bravissimo problema ...

Cronologia




Post a Comment