Tuesday, March 10, 2015

Romero sarà beatificato in maggio


L’arcivescovo Vincenzo Paglia (nella foto), postulatore della causa di beatificazione Óscar Romero è arrivato in El Salvador nella notte di Martedì 10 marzo 2015, per annunciare che Romero sarà beatificato il Sabato 23 maggio. Paglia ha detto ai giornalisti all'aeroporto che Romero sarebbe stato beatificato “prima di quanto pensiate”. Circa un’ora più tardi , mons. Rafael Urrutia, vice-postulatore ha scritto su Twitter “sarà maggio 2015”. Egli ha aggiunto che la data di beatificazione è stata scelta quattro giorni fa.  Avvenire il settimanale episcopale italiano, che ha dato la notizia che i teologi avevano approvato il martirio di Romero nel mese di gennaio, ha presto riferito che la beatificazione si terrà il 23 maggio, il Sabato prima Domenica di Pentecoste.

[Aggiornamento:] Nel corso di una conferenza stampa il Mercoledì mattina, seduto accanto al Presidente di El Salvador, l'Arcivescovo di San Salvador, e il Nunzio Apostolico di El Salvador, Paglia confermato che la cerimonia  il 23 maggio sarà celebrata dal Cardinale Angelo Amato, nonostante il fatto che Amato era stato programmato per celebrare una beatificazione in quello stesso giorno in Kenya (Africa).
[Analisi:] La beatificazione di Monsignor Romero nella vigilia di Pentecoste sarà significativa come una riflessione sulla morte di Romero, come una retrospettiva sul suo ministero come vescovo, e come una meditazione sul grande carica che Romero ha cercato di soddisfare.

  • In primo luogo, Romero è morto durante la Quaresima e fu sepolto nella Domenica delle Palme. Sembra tristemente e dolcemente giusto che lui dovrebbe tornare dopo Pasqua, risorto, non solo nel suo popolo, ma nella sua Chiesa, nella quale sarà elevato agli onori degli altari.
  • In secondo luogo, questo la Pentecoste sarà il 40 ° anniversario della prima lettera di Romero pastorale “Lo Spirito Santo nella Chiesa”, emessa maggio 1975 mentre era vescovo di Santiago de Maria. Molti vorranno leggere quella lettera pastorale; troveranno che serve come una mappa stradale adatto per il vescovo che era Oscar Romero, e che lui era fedele ai suoi obiettivi più ferventi.
  • Infine, la Pentecoste è l'ispirazione per il Concilio Vaticano II, e sinodi dei vescovi latino-americani a Medellín (1968) e Puebla (1979), che hanno guidato il ministero di Romero. E 'impossibile leggere l'episcopato di Romero, ma attraverso il prisma di questi moderni “Cenacoli”.
Mercoledì, Paglia celebrerà una Messa nella Cripta Cattedrale dove Romero è sepolto, ed è programmato per dare una conferenza stampa nello stesso luogo alle 4 del pomeriggio, ora locale. Più tardi quella sera, Paglia guiderà un servizio di preghiera di ringraziamento alla Chiesa San José de la Montaña, a poche centinaia di metri dal luogo in cui la beatificazione avrà luogo.
Mons. Urrutia inoltre ha pubblicato il progetto del altare provvisorio (foto sotto) che verrà istituito presso il Monumento Divin Salvatore a San Salvador, dove la beatificazione avrà luogo.

In un video messaggio la settimana scorsa, l’Arcivescovo di San Salvador Mons. José Luis Escobar Alas ha rivelato che la Chiesa salvadoregna si aspetta una cerimonia di beatificazione di grandi proporzioni, ammettendo che la folla potrebbe fuoriuscire ben al di là della Piazza Divin Salvatore, dove sarà celebrata la cerimonia. “E ‘vero che non abbiamo un posto abbastanza grande per accogliere tutte le persone che pensiamo che verranno”, ha detto l’Arcivescovo: “non abbiamo un luogo che può accogliere un milione, o mezzo milione di persone”.

Mons. Escobar ha spiegato che le autorità salvadoregne selezionati la Piazza Divin Salvatore sia per il suo simbolismo (il Divin Salvatore o, in spagnolo, “El Salvador del Mundo”, è il patrono del paese) e perché l’area comprende diversi spazi che potrebbero ospitare le folle, tra cui uno stadio di calcio professionista e un campo di basket. Escobar ha dichiarato che i funzionari stanno esaminando il posizionamento di schermi giganti per trasmettere la cerimonia per tutta la città: “Il cuore della città, sarebbe diventato il palcoscenico per la beatificazione di monsignor Romero”.

Egli ha osservato che un grande ospedale è nelle vicinanze per affrontare eventuali esigenze mediche, e ha detto che sacerdoti saranno dislocate in tutta la città per distribuire la comunione. P. Edwin Henriquez ha detto in un’intervista radiofonica che circa 300 vescovi sono tenuti a partecipare alla beatificazione, coerente con la scala immaginato da Escobar.

Prima di partire per El Salvador, Paglia ha concesso un’intervista a lungo raggio per il giornalista salvadoregno Héctor Silva Ávalos, pubblicato in due parti nel giornale locale La Prensa Gráfica. Paglia ha anche annunciato il suo viaggio a El Salvador ai suoi amici la scorsa settimana prima di lasciare Roma di Domenica. Sulla strada per El Salvador, ha fatto tappa a Philadelphia legate alla pianificazione del Incontro Mondiale delle Famiglie, nel settembre di quest’anno, che vedrà la partecipazione di Papa Francesco. Paglia è Presidente della Pontificia Commissione sulla Famiglia.

Naturalmente, Super Martyrio seguirà gli sviluppi e fornirà report aggiornati continui.
Post a Comment