Friday, January 16, 2015

Aggiornamento beatificazione Romero #1




Atenzione: Per coloro che considerano un viaggio in San Salvador per la beatificazione Romero, questo blog fornirà un aggiornamento ogni Venerdì per quanto riguarda i piani per la cerimonia, così come per commemorazioni per l'anniversario di Romero a marzo e il suo compleanno nel mese di agosto. Quindi, favore di ritornare qui per gli aggiornamenti.



Segretario Generale dell'ONU Ban Ki-Moon visita tomba Mons. Romero venerdi 16 gennaio 2015.

English | español

Una settimana dopo la notizia che Mons. Oscar Romero di El Salvador era stato riconosciuto come un martire per i teologi del Vaticano, i piani per la sua beatificazione nel corso di quest'anno sono ancora in coalescenza.

Nonostante il voto unanime da parte del gruppo di teologi, la loro conclusione non sarà ufficiale fino confermata da una commissione di cardinali e vescovi e presentata al Papa per la sua prevista approvazione. Tuttavia, l'annuncio ufficiale potrebbe arrivare presto o la metà di febbraio, se i cardinali decidono la questione alla loro riunione del 3 ° febbraio.

Riconoscendo che non sia possibile ultimare i piani di beatificazione primo di ricevere la parola ufficiale, i funzionari della Chiesa sono comunque rimescolando per trovare una data per la cerimonia di beatificazione di Romero. Questi sforzi sono complicate da due fattori insoliti: in primo luogo, la prospettiva che il Papa Francesco guiderà la cerimonia; e, dall'altro, la possibilità che il Papa salterà la beatificazione e canonizzerà Romero-facendo di lui un santo in un solo passo, a differenza del consueto processo di due parti.

Questo mette il processo di beatificazione di Romero, già segnato da deviazioni insolite dal corso normale, nel dominio dei gestori dei viaggi papale. Semplicemente, il programma dei viaggi del Papa per il resto dell'anno è ancora in aria. Esso contiene due grandi oggetti immobili: l'Incontro Mondiale delle Famiglie a Philadelphia, 22-27 settembre, e il Sinodo dei Vescovi a Roma, 4-25 Ottobre. Le multiple parti in movimento includono contemplati viaggi a Washington, DC e New York, un possibile viaggio in Messico, e anche la speculazione che il Papa possa recarsi alla West Coast degli Stati Uniti (scatenate dalla sua intenzione annunciata di canonizzare Junipero Serra quest'anno).

La Chiesa salvadoregna è, comprensibilmente, desiderosi di avere il Papa venuto di beatificare (e, preferibilmente, canonizzare) Romero in El Salvador. Il vescovo ausiliare di San Salvador Mons. Gregorio Rosa Chávez ha dichiarato alla stampa locale che qualche chiarimento possa venire in un incontro con l'arcivescovo Léon Kalenga Badikebele prossima settimana. Kalenga è il nunzio apostolico, cioè il rappresentante del Papa in El Salvador. Mons Rosa ha anche detto che chiederanno Kalenga di dare le garanzie Pontefice che i vari settori all'interno di El Salvador sono uniti e lavorano insieme per garantire che la visita potrà procedere in modo sicuro e senza intoppi.

Se El Salvador e Roma non possono giungere ad un accordo per coordinare la visita papale, la beatificazione dovrebbe procedere presumibilmente sotto le consuete modalità: la cerimonia si terrà a San Salvador, presieduta dal card. Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi. Con card. Amato presiedendo, la pianificazione sarebbe molto meno complicata e la beatificazione potrebbe avvenire presto, forse, già nel maggio o giugno, o coincidere con gli altri commemorazioni Romero.

Riassumendo, sembra ragionevolmente sicuro che Mons. Romero sarà almeno beatificato a volte tra marzo e settembre. Possiamo ottenere maggiore chiarimento con un annuncio ufficiale già a febbraio, ma l'intera immagine non sarà del tutto chiara fino Papa Francesco decida a che punto vuole essere coinvolto personalmente, che può fare al suo ritorno a Roma da Asia, dove egli è in viaggio questa settimana.
Post a Comment