Wednesday, January 07, 2015

Perché Papa Francesco citato Mons. Romero




Se qualcuno avesse detto ai fedeli presenti alla celebrazione della Madonna di Fatima in un santuario mariano sulle colline al fuori di San Salvador in maggio 1977 che l’omelia che stavano ascoltando un giorno sarebbe citato da un Papa a Roma, nessuno avrebbe creduto . La Chiesa di monsignor Oscar A. Romero era completamente assediata al momento; il secondo sacerdote in tanti mesi erano stati assassinati, e un “squadrone della morte” aveva appena emesso un ordine inquietante minacciando di uccidere i gesuiti se non lasciano il paese. (Papa Francesco erroneamente affermato che la citazione era da funerale del sacerdote assassinato, un comprensibile errore.)

Nella parte dell’omelia citato dal Papa Francesco nella sua Udienza Generale, Romero aveva detto:

Tutti dobbiamo essere disposti a morire per la nostra fede, anche se il Signore non ci concede questo onore… Dare la vita non significa solo essere uccisi; dare la vita, avere spirito di martirio, è dare nel dovere, nel silenzio, nella preghiera, nel compimento onesto del dovere; in quel silenzio della vita quotidiana; dare la vita a poco a poco? Sì, come la dà una madre, che senza timore, con la semplicità del martirio materno, concepisce nel suo seno un figlio, lo dà alla luce, lo allatta, lo fa crescere e accudisce con affetto. E’ dare la vita. E’ martirio.

[Sulla madre di Romero]


La citazione ha acquisito una certa importanza negli ultimi anni, in parte perché il postulatore della causa di canonizzazione di Romero, l’arcivescovo Vincenzo Paglia, è il Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia. Mons. Paglia ha inserito la citazione in diversi discorsi e presentazioni. L’anno scorso, la citazione è stato citato dal quotidiano ufficiale del Vaticano, L’Osservatore Romano, e questo è stato preso come un segno che la gerarchia della Chiesa ammirato il sentimento e forse, gli insegnamenti di Romero in senso più ampio. Quella citazione è stato significativa perché era in la copertina della sezione femminile del giornale, ed era la prima volta che un uomo è stato dipinto in prima pagina. L’aumento in risalto della citazione può anche segnalare il riconoscimento dello status di Romero come un martire, perché le parole parlano del martirio.

Per notevole che Francesco citando Romero può essere, non è senza precedenti. Questo blog ha catalogato in undici dichiarazioni pubbliche precedenti dai Papi citando Romero, tra cui: (1) Papa Giovanni Paolo II in l’Angelus di il 26 marzo 1980; (2) l’Angelus del 25 marzo 1981 (3) una allocuzione alla tomba di Romero il 6 marzo 1983; (4) l’omelia in San Salvador tardi quello stesso giorno; (5) l’udienza generale del 16 marzo 1983; (6) una seconda visita alla tomba di Romero l’8 febbraio 1996; (7) l’udienza generale del 14 febbraio 1996; (8) Papa Benedetto XVI in l’Angelus di del 25 marzo 2007; (9) una conferenza stampa il 9 maggio 2007; (10) un discorso ai vescovi salvadoregni il 28 febbraio 2008 e (11) Papa Francesco in conferenza stampa del 18 agosto 2014.

Cosa c’è di nuovo quando Papa Francesco cita Romero è il contesto. I commenti di Giovanni Paolo sono stati orientati a indirizzare il gregge di Romero, il popolo salvadoregno, ad una soluzione pacifica del loro conflitto. Papa Benedetto ha citato Romero per mettere la sua memoria nel giusto contesto, non come un rivoluzionario, ma come pastore della Chiesa. Papa Francesco, per la prima volta, è in grado di indicare Romero solo come una guida spirituale universale: ‘ecco un santo, ecco quello che ha detto’. È da notare che le osservazioni di Francesco ‘furono la prima volta che le parole di Romero sono citate da un papa.

Soprattutto, i frequentatori alla celebrazione di Fatima a San Salvador nel maggio 1977 avrebbero avuto difficoltà credendo che il sermone che hanno sentito un giorno sarebbe citato dal Papa perché il loro arcivescovo era accusato di predicazione non ortodossa. Tutti sermoni, discorsi, scritti e altre espressioni di Romero hanno ricevuto un “nihil obstat” della Congregazione per la Dottrina della Fede sotto il pontificato di Benedetto XVI. Ma il più grande “sigillo di approvazione” probabilmente è venuto oggi.


Chiesa di Fatima dove parlò Romero.
Post a Comment